Io e la mia cugina in un atto di masturbazione

È successo tanto tempo fa quando ero al secondo anno di università e la mia cugina Aurora che aveva 34 anni veniva con i suoi genitori a far visita. Aurora aveva la faccia di una di quelle donne vogliose che hanno voglia di provare di tutto per divertirsi. Ed e proprio quello che e successo in una sera, qualcosa davvero di speciale. Erano verso le 12 di sera quando decidemmo di andare a letto perché eravamo entrambi molto stanchi, i nostri genitori dormivano già. Ci siamo messi il pigiama e ci siamo seduti sul letto. Aurora si voltò a dormire mentre io non potevo. Ho deciso di guardare un video porno solo italiani sul cellulare e questo mi ha tenuto occupato per quasi mezz’ora fino a quando ho capito quanto fossi davvero eccitato.

Mi rivolgo ad Aurora e le chiedo se sta dormendo. La prima volta non ha risposto a niente. Glielo chiedo ancora una volta e lei si gira verso di me. Neanche lei era riuscita ancora ad addormentarsi. Eravamo seduti e ci guardavamo negli occhi e a un certo momento mi rendo conto che mia cugina sta iniziando ad avvicinarsi e mi dice che lo sa bene cosa stavo guardando sul cellulare. Non ho nemmeno avuto il tempo di reagire che si era avvicinata fino al punto in cui le nostre labbra si sono unite. Il mio cazzo era già eretto e mi piaceva così tanto. Già la mia mano stava lentamente scendendo sempre più in basso verso il culo di mia cugina. Il culo di Aurora era tondo e ho iniziato a stringerla e un’ondata di piacere ha attraversato tutto il mio corpo. Alzo la mano dal suo culo e comincio a portarla al seno. Aveva delle belle tette rotonde e sento subito come i suoi capezzoli diventavano più forti. Le palpeggiavo e le stringevo tra le dita e durante questo tempo ho notato che Aurora faceva sempre più sussulti, a quel punto mi sono fermato e le ho chiesto se era infastidita da quello che le stavo facendo. Ha detto di no e ho ripreso a baciarla e a giocare con i suoi seni, poi ho sentito la mano di mia cugina scendere verso il mio pene eretto. Ha sentito che era duro e ha iniziato a strofinarlo da cima a fondo. Il piacere che ho provato è stato pazzesco, nell’idea di darle anche questa sensazione unica, ho spostato la mano verso i suoi pantaloni e ho messo la mia mano nelle sue mutandine e ho sentito il piccolo pelo pubico.

Ho mosso la mano anche più in basso e lì ho sentito qualcosa di morbido e umido, ho iniziato a strofinarlo perché mi piaceva la sensazione, ho sentito come la sua figa ha iniziato a bagnarsi sempre di più e pulsare. I sussulti di Aurora si erano già trasformati in gemiti. Non ha osato mettere la mano sotto le mie mutandine e mi toccava il cazzo attraverso i pantaloni. A un certo momento sento Aurora che inizia a tremare e un mare di umidità le esce tra le gambe. Stringe le gambe e prende la mia mano tra le sue cosce. Dopo tutto questo ha capito che anche lei poteva darmi lo stesso piacere e ha messo la mano nelle mie mutandine e ha iniziato a masturbare il mio cazzo sempre più velocemente e in pochi minuti ho sentito come un’ondata di piacere mi avvolge e la sborra che esce dal mio cazzo sulla mano di Aurora. Dopo siamo andati entrambi in bagno per lavarci le mani, siamo tornati nella mia stanza e abbiamo deciso che tutto quello che e successo doveva rimanere tra noi e non parlarne più.