Come nei filmati incestuosi

Fin da piccola mi sentivo attratta dal suo fisico: bruno, occhi verdi, alto, abituato a non portare la maglietta in giro per casa. Nonostante fosse mio zio, il marito della mia zia, da grande ho iniziato a pensare a come si comportava a letto. Sapevo però che una cosa del genere non era possibile, tenendo conto del fatto che lui è mio zio. Non potevo trasformami in una zoccola come quelle nei video xxx gratis con filmati incestuosi.

Ma, un giorno, andai a trovare mia zia pero in casa c’era solo il suo marito. Entrai e lui mi ha offerto un bicchiere di birra. Ho rifiutato, dicendo che di solito non bevo, soprattutto così presto, essendo circa le 11 del mattino. Siamo andati insieme in soggiorno e ci siamo seduti sul divano, iniziando a parlare di tante cose. Indossavo una canotta senza spalline, quindi non avevo nemmeno un reggiseno sotto, e il mio seno grande si vedeva. Potevo sentire come i capezzoli si indurivano guardando il suo addome. Senza volerlo, il mio sguardo raggiunse i bottoni dei suoi pantaloni. Ho visto come il suo pene era quasi eretto, notando subito le sue enormi dimensioni. Probabilmente si è anche reso conto dove stavo guardando e all’improvviso sono rimasta scioccata quando si è avvicinato e mi ha baciato. Le nostre lingue giocavano eroticamente, lui mi scendeva lungo il collo, giocava con la sua mano sui miei seni, poi li baciava, aveva i miei capezzoli nella sua bocca. La mia fica si stava bagnando a ogni movimento della sua lingua sul mio corpo caldo. Ha continuato a scendere e così ha finito per giocare con il mio piercing all’ombelico. Durante questo periodo, mi aveva adagiato sul divano ed era seduto sopra di me, sentendo il suo cazzo attraverso i pantaloni attillati. La mia mano si muove lascivamente nei suoi boxer, toccando il suo cazzo indurito e le sue palle piene di sperma. Mi sono alzata perché il mio desiderio di sentire il suo cazzo in bocca era troppo grande per aspettare. Me lo sono messo tutto in bocca, faticando un po’ perché era un po’ grosso, ma il piacere di succhiarlo a mio zio era al di sopra degli ostacoli che ci circondavano. Poi, mi ha allargato le gambe leccandomi il clitoride caldo. La sua lingua mi ha penetrato il culo e la figa. Cominciavo a tremare di piacere, gemendo sempre più forte. Adesso era seduto sulla schiena, sotto la mia figa, con la sua lingua ancora lì, a giocare nella mia figa.

Dopo qualche minuto, le sue dita stavano giocando nella mia figa. Mi sono seduta poi sopra di lui, desiderando che sentissi il suo cazzo dentro di me. Mi sono seduta con la mia figa proprio sopra il suo cazzo, esitando a inserirlo, per eccitarlo ancora di più. Mi ha spinto giù per le spalle in modo che ora lo sentissi dentro di me. Mi muovevo velocemente sul suo cazzo enorme dentro di me. Poi mi ha fatto cambiare la posizione. Mi ha messo a pecora e a un tratto l’ho sentito così profondamente che ho urlato dal piacere. Dopo qualche minuto, abbiamo finito insieme, lui che eiacula sul mio addome e sul mio seno e io in un orgasmo da non dimenticare.